Baccalà in umido
Secondi

Baccalà in umido

Il baccalà in umido è un vero e proprio tesoro culinario, una ricetta che ha attraversato i secoli, portando con sé la storia e le tradizioni delle famiglie italiane. Le radici di questo piatto risalgono ai tempi in cui i marinai partivano per lunghi viaggi transatlantici, alla ricerca di nuove terre e nuove spezie. Per conservare il pesce, spesso si ricorreva al metodo della salagione, che permetteva di mantenere intatte le sue proprietà nutritive per lunghi periodi di tempo. In questo contesto, il baccalà in umido nasce come una soluzione per rendere gustoso un alimento altrimenti duro e salato. Con l’aggiunta di ingredienti semplici ma saporiti come pomodoro, cipolla, aglio e prezzemolo, il baccalà in umido si trasforma in un piatto ricco di sapori e aromi, che si fondono in una sinfonia di gusto e tradizione. Prepararlo è un vero e proprio rituale che coinvolge tutta la famiglia: le mani che sfilano le spine e il sale in eccesso, i profumi che si diffondono per tutta la casa, la curiosità di assaporare quel sapore unico che solo il baccalà in umido può regalare. Ecco perché questo piatto è diventato un’icona della cucina italiana, presente sulle tavole di tante famiglie, da nord a sud.

Baccalà in umido: ricetta

Il baccalà in umido è un piatto tradizionale italiano, ricco di sapori e aromi che si fondono in una sinfonia di gusto. Ecco gli ingredienti e la preparazione per gustarlo al meglio:

Ingredienti:
– 500 g di baccalà ammollato
– 400 g di pomodori pelati
– 1 cipolla
– 2 spicchi d’aglio
– Prezzemolo q.b.
– Olio extravergine di oliva q.b.
– Sale e pepe q.b.
– Farina q.b. (opzionale)

Preparazione:
1. Iniziare sciacquando bene il baccalà ammollato sotto acqua corrente per eliminare eventuali residui di sale.
2. Tagliare il baccalà a pezzi di dimensioni medie e farlo asciugare con della carta assorbente.
3. Se si desidera, passare i pezzi di baccalà nella farina per una leggera infarinatura.
4. In una pentola capiente, scaldare un filo di olio extravergine di oliva e rosolare leggermente la cipolla e l’aglio tritati.
5. Aggiungere i pezzi di baccalà e farli rosolare per qualche minuto da entrambi i lati.
6. Aggiungere i pomodori pelati, spezzettati con le mani o frullati, e un po’ di prezzemolo tritato.
7. Coprire la pentola con il coperchio e cuocere a fuoco basso per circa 30-40 minuti, finché il baccalà risulta morbido e il sugo è ben concentrato.
8. Aggiustare di sale e pepe secondo il proprio gusto.
9. Servire il baccalà in umido caldo, eventualmente guarnito con un po’ di prezzemolo fresco.

Il baccalà in umido è un piatto versatile, che può essere accompagnato da contorni come patate bollite, polenta o verdure saltate in padella. Buon appetito!

Abbinamenti

Il baccalà in umido è un piatto che si presta ad essere abbinato a diverse tipologie di contorni e bevande, creando così un pranzo o una cena equilibrata e gustosa.

Per quanto riguarda i contorni, il baccalà in umido si sposa bene con patate bollite o al forno, che si abbinano perfettamente alla consistenza morbida del pesce. Un’alternativa alle patate potrebbero essere le verdure saltate in padella, come zucchine, peperoni o carciofi, che aggiungono un tocco di freschezza e colore al piatto. Per chi ama i sapori più decisi, la polenta rappresenta un contorno ideale per accompagnare il baccalà in umido, creando un mix di consistenze e sapori unici.

Per quanto riguarda le bevande, il baccalà in umido si presta bene ad essere accompagnato da vini bianchi secchi e freschi, come il Vermentino o il Falanghina, che creano un buon equilibrio tra i sapori del pesce e del sugo. Se si preferisce un vino rosso, un’opzione potrebbe essere un vino leggero come il Pinot Noir o un Rosato, che si abbinano bene ai sapori delicati del baccalà.

Inoltre, il baccalà in umido si presta anche ad essere abbinato a birre dal sapore deciso, come una birra ambrata o una birra artigianale con note fruttate. Le bevande analcoliche, come l’acqua tonica o una bibita frizzante al limone, possono essere scelte per pulire il palato e dissetare durante il pasto.

I vari abbinamenti con contorni, vini e bevande rendono il baccalà in umido un piatto versatile e adatto a soddisfare i gusti di tutti.

Idee e Varianti

Ci sono diverse varianti della ricetta del baccalà in umido, ognuna con le sue caratteristiche e sapori unici. Ecco alcune delle varianti più popolari:

1. Baccalà in umido con pomodori e olive: In questa variante, si aggiungono alle classiche cipolla, aglio e prezzemolo anche pomodori freschi o pelati e olive nere. Le olive aggiungono un tocco di salinità e sapore intenso al piatto.

2. Baccalà in umido con peperoni: Qui i peperoni diventano protagonisti insieme al baccalà. Si aggiungono peperoni tagliati a strisce al soffritto di cipolla e aglio, e si procede poi con la cottura come nella ricetta base. I peperoni conferiscono un sapore dolce e un tocco di colore al piatto.

3. Baccalà in umido con patate: Una variante classica e molto diffusa è quella in cui si aggiungono patate tagliate a cubetti al baccalà in umido. Le patate si cuociono insieme al pesce e al sugo, rendendo il piatto ancora più sostanzioso.

4. Baccalà in umido con pomodoro e vino bianco: In questa variante, si aggiunge al soffritto di cipolla e aglio un po’ di vino bianco, che conferisce un sapore leggermente acidulo al piatto. Il vino viene fatto evaporare prima di aggiungere il pomodoro e il baccalà.

5. Baccalà in umido con peperoncino: Per chi ama i sapori piccanti, si può aggiungere del peperoncino fresco o in polvere al soffritto di cipolla e aglio, o anche durante la cottura del baccalà in umido. Il peperoncino dona una nota piccante che contrasta con il gusto delicato del pesce.

Queste sono solo alcune delle molte varianti del baccalà in umido. Ognuna di esse offre un’esperienza culinaria diversa, ma tutte conservano l’essenza e la tradizione di questo piatto italiano. Scegli la variante che preferisci e buon appetito!

Potrebbe piacerti...